Neanche un brand italiano tra i primi 50 indicati dal Best Global Green Brands 2012, la classifica redatta da Interbrand, la società internazionale che dagli anni 70 si occupa di marchi e griffes e che, oltre a classificare i brand internazionali in base al valore di mercato, dedica anche attenzione alle strategie ecosostenibili delle imprese. E bisogna scendere di parecchie posizioni per individuare un brand della moda. Per quanto riguarda le prime 10 posizioni in cima alla classifica dei brand verdi compare Toyota seguita da Johnson & Johnson, Honda, Volkswagen, Hewlett-Packard , Panasonic , Dell , Siemens , Danone ,  BMW. Al 21° posto si piazza Adidas mentre Nike deve accontentarsi di una 26° posizione. L’unico brand tessile è HeM al 46°. La metodologia  adottata dai ricercatori di Deloitte mette a confronto le performances ambientali  ottenute dall’azienda grazie all’adozione di specifiche scelte e strategie e la percezione delle stesse presso consumatori.http//www.interbrand.com/Libraries/Press_Release/2012_BGGB_Press_Release_Final.sflb.ashxIl mese scorso Interbrand ha inoltre presentato il Best Global Brands Report 2012 che valuta e classifica i brand in base al successo finanziario, all’influenza sugli orientamenti di consumo, al contributo apportato al risultato economico delle aziende proprietarie. Al primo posto Coca Cola seguita da Apple, IBM, Google, Microsoft, GE, McDonald’s, Intel, Samsung, Toyota. Il mondo del fashion vede la presenza di Louis Vuitton (17^ posto), Gucci (38^), Hermes (63^), Burberry (82^) e Prada (84^). http//www.interbrand.com/Libraries/Press_Release/BGB_Press_Release_FINAL.sflb.ashx

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui