Mango Materials è una start up di San Francisco che si occupa di biotecnologie  fondata da Molly Morse, giovane ingegnere laureata a Stanford. L’azienda ha recentemente brevettato una tecnologia in grado di trasformare le emissioni di metano in un polimero  utilizzabile nella produzione di materiali tessili. Il processo utilizza batteri in grado di decomporre il metano prelevato dai rifiuti della Baia di San Francisco trasformandolo in PHA (polidrossialcanoato).

Il risultato un poliestere filabile  le cui caratteristiche estetiche e prestazionali possono essere perfezionate in fase di polimerizzazione in base a specifiche esigenze applicative. Inoltre, sostengono i ricercatori, il materiale è biodegradabile, cioè può essere scomposto facilmente da altri batteri e le emissioni reinserite nel processo per dar vita a nuovi materiali.

Fonte: http://mangomaterials.com/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui