L’acquisizione di un cliente porta con sé una crescita non solo di fatturati ma anche di complessità nella gestione della chimica, non appena l’immancabile nuovo capitolato arriva sul tavolo del commerciale di turno.

Qui inizia una serie di verifiche e passaggi aziendali interni, coi fornitori e coi laboratori, che varia a seconda della struttura organizzativa, del budget a disposizione per i test e della propensione al rischio.

Cosa comporta la firma di quella RSL (Restricted Substances List)? Corro il rischio di qualche non conformità, a seconda degli articoli e dei processi? Quali rischi ci sono che la merce venga respinta? Ho dei test su prodotti simili su cui basarmi, per ridurre i costi delle analisi supplementari? Che indicazioni danno? La certificazione di cui dispongo (se del caso) è sufficiente a fugare ogni rischio? (nota: la risposta a quest’ultima domanda al 99% è no: c’è sempre qualche sostanza o qualche limite per i quali le RSL del brand e dello standard non sono armonizzate…). Quanto impiegano il mio laboratorio di fiducia o il mio chimico a fare una valutazione di questo nuovo capitolato, e a quali costi? E tale valutazione è impegnativa per loro?

Questioni estremamente complesse. Tra i due possibili approcci estremi – firmare a occhi chiusi e testare ogni prodotto daccapo – ci sono varie vie di mezzo. Oggi è possibili facilitare e velocizzare enormemente la scelta di quale percorrere grazie a C3.tools. Ecco alcune possibili applicazioni concrete:

  • Ho già svolto in precedenza dei test su quell’articolo o uno analogo, per un altro brand? Con C3.tools, con due click posso verificare quanto la conformità al precedente si estende al nuovo brand. Addirittura, posso fare questa valutazione prima dell’acquisizione, in fase di sviluppo commerciale del brand target.
  • Possiedo una certificazione? Oekotex, Bluesign, Gots, SeriCo… Ancora con un paio di click posso verificare quanto la conformità alla certificazione si estende al nuovo brand.
  • In entrambi i casi, C3.tools mi fornisce istantaneamente le informazioni necessarie per eventuali test integrativi da chiedere al mio laboratorio di fiducia: sostanze non testate, oppure testate ad un limite troppo elevato. I dati sono facilmente visualizzabili ma possono anche essere scaricati in excel, per eventuali ulteriori elaborazioni personalizzate.
  • Ho un database delle sostanze contenute nelle SDS delle formulazioni in uso nei miei processi? Sempre con due click posso verificare se vi è il rischio di qualche non conformità rispetto alle M-RSL di ZDHC o dei brand.
  • Eppure, un test su un articolo del genere l’avevamo già fatto… Con c3.tools è rapidissimo risalire ai test precedenti, che una volta inseriti rimangono ordinati e archiviati, con tanto di foto dell’articolo e informazioni aggiuntive (fornitori coinvolti, trattamenti particolari, formulazioni utilizzate…)

Il tutto in totale autonomia, su una piattaforma che posso condividere con i colleghi ovunque si trovino, e senza bisogno di alcun software.

Semplice, rapido, affidabile, economico. C3.tools è lo strumento che mancava per la gestione in autonomia della chimica.

La vita per i fornitori è sempre più complicata. C3.tools la semplifica.

Qui l’articolo pubblicato su Ecotextile News

Qui l’articolo in italiano

Qui la demo di c3.tools

Image by ddzphoto from Pixabay 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui